La Corte europea per i diritti umani rigetta il ricorso presentato dal governo contro la sentenza emessa lo scorso otto gennaio. L'Italia ha un anno di tempo per risolvere l'emergenza carceri e dovrà risarcire i detenuti i cui diritti sono stati violati.