La vittoria della destra giapponese non potrà che alimentare la tensione con Pechino sulla territorialità di un arcipelago di isole chiamate Diaoyu dai cinesi, ma amministrate da Tokio sotto il nome di Senkaku.