Nel Paese da sempre più laico dell'area magrebina le violenze dei gruppi islamici salafiti aumentano ancora: dall'arte immorale, alle bevande alcoliche, dai sindacati progressisti al bikini delle donne.