Il giorno dopo il giuramento del nuovo presidente serbo Nikolic ricominciano gli scontri nelle frontiere del Nord del Kosovo. Accusata di unilateralismo da Belgrado Pristina prova a consolidare il suo potere.